Si è concluso da poco il Mobile World Congress 2019 di Barcellona, probabilmente la fiera mondiale più importante dell’anno che mostra all’utenza e agli specialisti del settore, che tecnologie arriveranno e cosa ci aspetta nel prossimo futuro. Chi ha fatto la voce grossa in questa fiera internazionale sono state certamente le aziende asiatiche che, con i loro display pieghevoli, hanno catalizzato l’attenzione dei Media e dell’utenza in generale.

Ad iniziare è stata l’Azienda Coreana per eccellenza, Samsung che, con il suo Galaxy Fold ha dimostrato come uno smartphone può moltiplicare le sue dimensioni solamente aprendosi in due. Tutti rimasti a bocca aperta guardando questo concentrato di tecnologia che potrebbe dettare il primo passo reale verso la vera evoluzione degli smartphone. La soluzione di Samsung è davvero interessante ma non è mancata la solita voce fuori dal coro che, osservando il costo del dispositivo più di €2000, ha iniziato a immettere nella mente delle persone il seme del disaccordo: ne avevamo veramente bisogno di questo strumento?

Schermi pieghevoli: ne avevamo veramente bisogno?

Questa è la domanda che mi è frullata in mente sin da quando avevo iniziato a vedere qualche “sample” renderizzato in noti siti web d’informazione che avevano cominciato a inondare i social di immagini di smartphone pieghevoli. Tutti erano concordi che questa tecnologia fosse la tanto attesa rivoluzione del settore smartphone e si domandavano come avrebbero integrato l’interfaccia Android con questa soluzione. Tutti a domandarsi questo e quello ma nessuno si poneva la domanda principale: ne abbiamo bisogno?

A risponderci in grande stile è stata l’Azienda più in crescita degli ultimi anni: Huawei! Anche per lei avevamo bisogno di schermi pieghevoli che trasformano uno Smartphone (forse troppo stretto e lungo) in uno splendido tablet. Huawei ha così presentato a tutti il suo Mate X con tanto di promo video davvero eclatante che lascia tutti desiderosi di averne uno. Non presente al Mobile World Congress è stata Xiaomi, l’azienda cinese che proprio in questi giorni sta facendo parlare di se in quanto ha dato uno scossone al mercato con il suo recentissimo Xiaomi Mi9, un top di gamma al costo di un Mid Level, solo 459€. Anche Xiaomi però aveva mandato in rete, poco tempo fa, un video con il suo prototipo di Smartphone pieghevole dove il Presidente dell’Azienda cinese, Lin Bin, mostrava a tutti il loro concept.

E’ normale allora pensare che a breve il mercato verrà inondato da questa schiera di dispositivi con schermo pieghevole in varie salse e forme. Si parla già di un ritorno del Motorola RAZR V3, il telefono sottile tutto in alluminio che ha segnato un’epoca negli anni 2000 e che oggi, potrebbe riproporsi con uno schermo pieghevole. La stessa Apple sembra aver richiesto a Samsung alcuni propositi del display pieghevole per poter realizzare un dispositivo con queste caratteristiche ma, chi si è spinto maggiormente è stata Nubia che ha deciso di lanciare sul mercato un proprio smartphone da polso con tanto di schermo pieghevole e si chiama Alpha!

Tutto questo preambolo solo per dirvi dove stiamo andando. Osservando il mercato e questa nuova tecnologia posso affermare che a breve la tecnologia sarà davvero indossabile e, Nubia non è andata lontano dal tipo di dispositivo che avremo nel giro di qualche anno.

Quando ho avuto modo di provare Apple Watch 4 ho capito che lo Smartphone, inteso per come lo stiamo utilizzando, è obsoleto e inutile.

Un dispositivo indossabile con una coppia di cuffie wireless è probabilmente il punto di partenza per la nuova evoluzione dei sistemi di connessione e interconnessione tra gli esseri umani. Google aveva cercato di predire i tempi introducendo i Google Glass che, in questo ultimo periodo sono stati rielaborati e introdotti solo per questioni lavorative e aziendali. Molti avevano indicato Big G e i Google Glass come l’ennesimo flop ma nessuno aveva pensato che “forse” era troppo presto per la società per questo, alla luce di quello che abbiamo visto al Mobile World Congress 2019, vi ripropongo il video promo dei Google Glass di prima generazione, ovvero un progetto molto ambizioso che spero si riprenda perché veramente fantastico!!!

In conclusione posso dire che personalmente non vedo negli Smartphone con schermo pieghevole una vera e propria evoluzione, anzi sono convinto che siano solo un metodo per alzare maggiormente il prezzo e coinvolgere l’utenza con un’effetto WOW. Sono convinto che bisogna andare sempre più verso dispositivi indossabili come i Google Glass o il Nubia Alpha che, anche se peccano di hardware pazzesco, hanno una direzione ben precisa, quella della maggiore integrazione alla nostra attività quotidiana aiutandoci restando connessi alla Rete.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi