Si chiama Instagram Shopping la nuova funzione, per adesso solo in USA, da parte del gruppo Facebook. In pratica, sfogliando il feed del noto social network delle fotografie, possiamo capitare in una sponsorizzata che ci invita all’acquisto immediato di un dato prodotto. Il servizio Shopping non è nuovo del Mondo di Instagram in quanto già esisteva anche se ti rimandava esternamente, ovvero al sito dell’account che proponeva la vendita quindi: se Nike o Dior vi pubblicizzavano un prodotto, potevi concludere l’affare dentro il sito web dell’Azienda, oggi, Instagram Shopping viene arricchito da Checkout, ovvero il servizio che prevede il pagamento dentro l’App del Social Network senza uscire fuori e quindi senza andare al sito dell’Azienda.

Instagram Shopping: l’e-Commerce sociale.

Sono sempre di più gli “influencer” che si fanno pagare o spedire prodotti in cambio di una storia su Instagram o di qualche post, e questo tipo di “commercio” all’Azienda di Zuckerberg non piace moltissimo, in quanto non riesce a monetizzare. Di certo però, può cercare di introdurre delle funzioni e servizi, che favoriscano un commercio diretto tra l’azienda e l’utenza senza passare dall’Influencer di turno. Per questo è stato introdotto Instagram Shopping che però mandava l’utenza fuori dal Social per completare la vendita, oggi con il servizio Checkout questo non accadrà più!

A detta del Social Network: Instagram Shopping è un metodo sicuro e facilmente fruibile per poter vendere online sfruttando le potenzialità del Social Network. In effetti è vero! Grazie a questo strumento le Aziende avranno l’opportunità sfruttare anche questo canale per la vendita diretta dei propri prodotti anche se, alla fine si potrebbe avere una certa confusione; mi spiego meglio.

Lo shopping online oggi è eseguito dentro i propri e-Commerce o al massimo, dentro aggregatori come Amazon, e-Bay, Alibaba e Gearbest. Assistere all’avvento di acquisti online all’interno dei Social Network potrebbe portare un bel po’ di confusione verso l’utenza che si ritroverebbe inondata di annunci pubblicitari per acquistare qualsiasi fesseria dentro un “web site” che ha altro come vocazione. Oggi, quando ho voglia i acquistare un prodotto, mi rivolgo a e-Commerce che fanno questo e quindi dedicati. Se domani, sfogliando il feed di Facebook, Instagram o le chat di WhatsApp, mi ritrovo degli inserti pubblicitari che m’invitano ad acquistare senza uscire dall’App, quindi così integrate e ben congegnate come proprio Instagram Shopping e Checkout le reazioni possono essere varie tra cui quella che ci porta ad abbandonare la piattaforma perché snatura il senso della sua esistenza.

Di certo, Instagram Shopping è un ottimo metodo per testare la vendita di prodotti dentro le piattaforme Social e, nel lungo periodo, le piattaforme di Zuckerberg, quindi di Facebook Inc., possono pensare di attaccare direttamente i colossi dell’e-Commerce come Amazon, Alibaba, e-Bay e Gearbest rendendo il mercato più vasto, dando vita ad una guerra che potrebbe abbassare i prezzi ma creare confusione tra l’utenza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi