Tenere al sicuro lo smartphone Android non è mai stato così semplice. Negli ultimi anni, si è vista un’evoluzione davvero importante nel settore della sicurezza, specialmente tra le pieghe del sistema operativo più utilizzato al mondo, parlo ovviamente di Android. La continua guerra tra OS mobile, quindi iOS e Android, è passata sempre dalla sfera della sicurezza dove, il sistema operativo di Apple, ha da sempre dettato legge visto che viene confezionato per un hardware ben preciso. Android, lo sappiamo, cerca sempre di adattarsi e viene trasformato dai vari produttori per essere più utile al proprio smartphone ma, le fondamenta, restano uguali con tutti e Google ha migliorato enormemente la sicurezza e la privacy proprio negli ultimi 2 rilasci di Android, ovvero: Pie e 10.

Tenere al sicuro lo smartphone Android: Attenti alle Mail!

Lo smartphone è nato e si è evoluto proprio sulla mail. La possibilità di leggere e rispondere in mobilità alla propria posta elettronica, è stata la fortuna di tantissimi dispositivi e proprio questa è stata la prima ad essere colpita dai malintenzionati.

Il tempo ha evoluto anche chi utilizza sistemi di “phishing” per ottenere le tue credenziali. L’obiettivo è semplice: ottenere dati sensibili che ti permettono di accedere ai tuoi fondi finanziari o al tuo account Google. Grazie a questi sistemi ben camuffati, l’utente non attento può cadere nel tranello dove, un sito web studiato e con una grafica conosciuta (magari qualcosa simile alla vostra banca), vi chiede in modo cortese di introdurre le proprie credenziali per accedere a servizi o ad offerte particolari.

Il numero di questi attacchi è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni, e questo è dovuto anche all’ignoranza dell’utenza che utilizza sistemi informatici senza conoscerne appieno le criticità. Android però ha introdotto sistemi di sicurezza davvero interessanti che ti permetteranno di non incappare in questo problema:

  • Chiamate Spam o ID chiamante non riconosciuto. In Android potrete accedere alle impostazioni dell’App telefono e attivare, o disattivare, l’ID Chiamante e Spam. Questo escluderà già tante chiamate di numeri archiviati dentro un Database internazionale, che sono identificati come “spam“. Qualora ricevessimo chiamate da numeri non graditi, potremo contrassegnarli come spam e quindi bloccarli: basterà lasciare toccato il numero che si aprirà un piccolo menù con scritto “blocca“.
  • Siti malevoli. Navigando sul Web è normale poter incappare in portali non del tutto tranquilli o comunque con attività non trasparenti come certificati da installare non riconosciuti o da fonti illegali. Google Chrome ha già un sistema di controllo che ti farà capire immediatamente di essere caduto in un sito non del tutto sicuro.
  • Token di sicurezza Android. Da quando è uscito il sistema di “autentica a due fattori” in moltissimi hanno cercato di superarlo, magari mandandoti dei messaggi al tuo numero di telefono (che non sono del tutto nascosti). Android ha superato tutto questo introducendo il sistema di Token che puoi ottenere grazie all’apposita App “Google Autenticator“. Ovviamente il tuo account Google è protetto dalla verifica a due fattori ma legati all’hardware degli strumenti che accedono.

Tenere al sicuro lo smartphone Android: i Permessi!

Tenere al sicuro lo smartphone Android è diventato molto semplice da quando Google ha rivoluzionato il sistema di sicurezza e di permessi che ogni App può avere all’interno del proprio dispositivo.

Nelle ultime due versioni del Sistema Operativo del robottino verde, si è puntato tantissimo sulla privacy cercando di limitare enormemente l’accesso alle risorse hardware del sistema: dall’accesso alla cartella download a quello della localizzazione dello smartphone.

  • Autorizzazione. Le App, per funzionare, devono chiedere il permesso all’utente di accedere alle risorse dello smartphone. Se scaricate un’App, come un gioco, magari questo vi potrebbe chiedere di accedere alle Foto, alla localizzazione e al vostro numero di telefono. Probabilmente, tutto questo non serve per il corretto funzionamento del gioco e quindi, perché lo chiedono? In ogni caso, potete andare delle nelle Impostazioni > App e Notifiche > Avanzate > Autorizzazioni App.
  • Localizzazione. Android vi da l’opportunità di scegliere quando un’App può accedere alla vostra posizione e andando nelle Impostazioni > Sicurezza e Posizione, potrete dare i giusti accessi alle varie App.

Potrete inoltre controllare ogni tipo di “permesso” che le App hanno richiesto per utilizzare il vostro smartphone. Sempre nelle impostazioni, nel menù delle App, si ha l’opportunità di controllare ogni singolo aspetto di ogni App installata dentro il nostro dispositivo. Tenere al sicuro lo smartphone Android è il primo passo per utilizzare in modo consapevole la giusta tecnologia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi