Quale Social utilizzare per avere il miglior risultato sul Web? Questa è certamente una domanda amletica e di difficile risposta perché dipende da svariate variabili. Ogni social ha la sua caratteristica e logicamente il suo bacino d’utenza. Se su Instagram si punta alla fotografia e agli hashtag in modo smisurato, su Facebook si punta all’interazione, al commento, alla conversione del lead virtuale. Su Twitter troviamo piccoli commenti che sono per lo più orientati all’opinione immediata, alla quotidianità e sempre con almeno un hashtag che li definisce per bene, magari di tendenza. LinkedIn invece è un Social orientato alla professione, alla ricerca dell’esperto per un lavoro ben definito mentre Youtube, molte volte, non viene definito social network, probabilmente sbagliando.

Quale Social utilizzare? L’importante è l’obiettivo!

Prima di porsi la domanda “quale social utilizzare“, cerchiamo di capire dove risiede l’utenza che a noi interessa. Sembrerà banale questa domanda ma molte volte, l’azienda che si pone questo problema, non ha le idee molto chiare e sceglie quei social che sono più usati. Questo disperde le energie e gli investimenti senza ottenere risultati significativi e sfiduciando di fatto chi si affaccia a questo mondo web ricco di sfaccettature e possibilità. Attenzione: non sto dicendo di non essere presenti su tutti i Social ma, sto solo affermando di focalizzarci sui social network che possono portarci un risultato concreto.

Facebook è indiscutibile (?) 🤔

Il Re incontrastato dei Social Network è certamente Facebook. La sua piattaforma è veramente immensa e il numero di utenti è incredibile, parliamo di più di 2 Miliardi di persone che ogni mese frequentano le proprie bacheche. Qualsiasi Azienda, Professionista o Istituzione che vuole affacciarsi al Web non può ignorare questo dato e deve assolutamente essere presente in questo Social Network. È da sottolineare che l’utenza a livello globale è aumentata nell’ultimo anno, specialmente in India che è diventato il vero “motore” per Big Blu ma, il pubblico dei giovanissimi, ovvero gli utenti che vanno dai 13 ai 18 anni, non vede più Facebook come Social Network principale e sempre più gente preferisce fare altro infatti, il numero dei like e delle interazioni sono in netto calo, probabilmente l’utenza osserva il feed di Facebook in modo più passivo e meno interessato.

Instagram è l’ancora ⚓️ di Zuckerberg.

Quando ci poniamo la domanda “quale social utilizzare” è normale che pensiamo anche a Instagram ma, proprio questo, è un Social Network davvero particolare e funzionale solo se: hai qualcosa da mostrare. Instagram sopperisce all’emorragia di utenza giovanile di Facebook, accogliendola tra le sue braccia. Il pubblico del social fotografico vanta un numero di utenza davvero importante, quasi 1 Miliardo di utenti al giorno e per la maggior parte sono sotto i 35 anni, partendo dai 13. Come ho detto sopra, Instagram funziona solo se hai “qualcosa da mostrare“. Un Social Network basato sulle fotografie è normale che punti molto sull’immagine e, tutti i brand che vogliono ottenere visibilità e notorietà, possono e devono affacciarsi a questo Social con decisione. Quindi si a Instagram per tutte quelle aziende che sono votate al fashion, all’architettura, al turismo, alla cultura, all’estetica in generale, insomma a tutti quei brand che possono puntare sull’immagine. Ovviamente, un Avvocato o uno studio fiscale, avranno meno penetrazione su questo Social Network basti pensare agli account più seguiti al mondo e si può capire benissimo di cosa stiamo parlando.

Account Instagram più seguiti

Twitter e LinkedIn, forse più indicati ai professionisti.

Twitter è un Social che in molti davano per morto forse perché, ogni anno, continua a perdere utenza. Personalmente penso che queste perdite siano sintomatiche in quanto, il social dei cinguettii, si avvia ad una graduale trasformazione. Oggi, Twitter è utilizzato moltissimo dalle agenzie di stampa, dai punti di riferimento politici e da chi fa informazione a livello globale. Le notizie sulla crisi in medio oriente viaggiano prima su Twitter che su altri social network, questo deve far capire a chi usa questo strumento che deve stare sempre sul pezzo quindi Twitter, potrebbe essere giusto per tutte quelle aziende di servizi fiscali, legali, ecc. che danno informazioni nel proprio settore. LinkedIn invece è un Social che ha due sfaccettature: un livello gratuito e uno a pagamento. Il primo può darti una giusta visibilità e bisogna utilizzare la giusta comunicazione in quanto in quel luogo si sta tra “colleghi“, il secondo livello ti permette di raggiungere anche le Aziende (anche loro paganti) e relazionarti direttamente con chi potrebbe diventare un cliente o un rapporto economico professionale.

Utenti sul Web

Quale Social utilizzare? Youtube viene sempre messo altrove.

Come vedete dall’immagine sopra, Youtube è, assieme a Google, la piattaforma più visitata al mondo ma relegarla solo ad un “qualcosa” per i video è profondamente sbagliato! Su Youtube possiamo iscriverci ad un canale, attivare quindi le notifiche, seguire i commenti sotto il video e mettere anche un pollice su 👍!

Tutto questo porta ad avere interazione tra il creatore del contenuto e chi ne usufruisce, quindi c’è una certa attività simile ad un Social Network. Youtube è inoltre versatile e può essere integrato facilmente in ogni tipologia di portale web dando di fatto, nuovi contenuti e un servizio migliore all’utenza che visita il nostro sito. Quindi non sottovalutiamo le potenzialità del “tubo di Google” perché a volte, per i creatori del mondo del fashion, dell’estetica e certamente del videogaming, può essere molto più utile di Instagram.

E quando non si ha bisogno di Social?

quale social scegliere

In molte realtà Aziendali, il Social non è essenziale. Esserci è sempre consigliato tanto per dare dei riferimenti all’utenza ma non sempre è utile per attirare clienti e convertire così il lead virtuale in lead fisico. Molte volte le attività di marketing possono essere diverse per ottenere più visibilità, più contatti e più clienti. Penso a campagne di mail marketing, penso ad attività di article marketing e a sfruttare piattaforme più capillari come WhatsApp e Telegram che arrivano fin dentro la tasca dell’utenza. Magari non si riescono a fare numeri incredibili ma a volte bastano quei pochi per ottenere un buon risultato. Ricordiamoci anche il giusto utilizzo di Google My Business che a volte, in ambito locale, migliora tantissimo il posizionamento nei criteri di ricerca.

Cercate quindi di comprendere al meglio dove staziona l’utenza che dovete intercettare, pensate a quali strumenti utilizzare per arrivarci e investite piccole somme di denaro per comprendere se è la strada giusta. Qualora non riusciste ad avere un buon risultato, fermatevi, cercate di capire il problema dove risiede e magari, percorrete nuove strade; probabilmente la soluzione è dietro l’angolo avete solo bisogno di qualcuno che, vi faccia vedere un nuovo punto di vista! Mi scuso se sono stato molto poco loquace sul presentare i social network ma il mio intento e far riflettere chi legge non presentare le potenzialità della piattaforma. A proposito, chiudo dandovi un avvertimento: attenti a Tik Tok.

#StayTuned – Seguimi su Telegram 😉

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi