Un’Azienda, vecchia o nuova, deve sempre affrontare di petto l’esistenza del Web. Negli anni ’80/’90, ed anche primi 2000, per cercare il numero, la via o, anche solo per avere un contatto con un’Azienda, si apriva il buon vecchio “Pagine Gialle“, si sfogliava fino alla lettera giusta e si cercava tra le pagine il numero e la via. Oggi, compiere la stessa azione è diventata facilissima: apriamo il nostro smartphone, tappiamo sull’App Google e scriviamo il nome dell’Azienda cercata, ed ecco che arrivano tutti i risultati inerenti.

Pensare di non essere sul Web con competenza, professionalità e in modo produttivo, è il primo passo per essere “Mediocri” ed ottenere il risultato contrario, quindi l’allontanamento dell’utenza che ci cerca. Accedere al Web e cercare un’Azienda è ormai un gesto quotidiano e il risultato che dobbiamo dare, deve essere quello più semplice, immediato e più comunicativo possibile. Per questo esistono dei passi “essenziali” per ottenere la visibilità in breve tempo e occupare così il giusto spazio virtuale sulla rete.

I primi 3 passi: Identità Digitale.

Se sul Web vuoi stare, il sito internet devi fare! L’identità digitale oggi è essenziale per essere trovati e comunicare all’utenza chi siamo e cosa forniamo, che siano prodotti, servizi o altro. Molte volte non si vuole capire l’importanza di un portale web che rappresenti la propria identità digitale e si pensa che una semplice pagina Facebook possa sopperire facilmente alla mancanza. Quindi, iniziamo a pensare ad un sito web che ci possa identificare e mettiamolo nei costi di gestione dell’Azienda perché è “Indispensabile” nel 2019 avere un’identità digitale univoca, professionale e comunicativa!

Il Sito Web non deve essere per forza troppo costoso o particolarmente animato. Per iniziare possiamo puntare a qualcosa di carino e basato su un CMS open source, successivamente possiamo anche allargarci. Oggi, grazie a nuove tecnologie consolidate e testate, possiamo passare facilmente da un semplice portale informativo quasi statico ad un e-commerce elaborato e dinamico quindi: iniziamo a camminare sul Web perché per correre c’è sempre tempo. Ricordiamo infine che, un qualsiasi portale web che si rispetti deve avere, oltre alle pagine statiche classiche (chi siamo, cosa offriamo, contattaci ecc…) deve contenere un Blog, ovvero una sezione in costante aggiornamento che rappresenti le attività svolte all’interno della Vostra Azienda, attenzione: non stiamo parlando degli aggiornamenti di Stato di Facebook 😉

I primi 3 passi: Google My Business.

A prescindere se si fa o meno il proprio portale web, bisogna sempre e immediatamente porre la propria bandierina su Google. Quando cerchiamo un’azienda sul Web, possiamo trovare sulla destra una sorta di riassunto dove troviamo tutti contatti e le attività dell’Azienda. Questa “scheda” si chiama Google My Business ed è la “Pagina Google” e, come tutti gli strumenti Web che Big G mette a disposizione, anche questa può essere gestita in proprio.

La pagina My Business può essere creata o rivendicata, nel secondo caso significa che Google ha rilevato la vostra attività, creato la pagina e messa a disposizione del proprietario qualora ne voglia il possesso. Attenzione, questo non significa che chiunque può acquisire un’Attività su Google My Business in quanto esistono degli strumenti di verifica che invalidano la richiesta qualora questa sia stata effettuata da malintenzionati. La scheda My Business di Google permette di indicare tantissimi fattori utili all’utenza per raggiungere e contattare la vostra Attività. Non conoscerla, o ancora peggio, non averne la proprietà, significa lasciare abbandonato del tutto il Web e le ricerche “organiche” che possono tramutarsi in possibile lavoro e attività economica.

Il primi 3 passi: I Social Network.

Terminato tutto quello che vi ho presentato sopra, il passo successivo è quello che moltissimi imprenditori fanno per primo perché: più semplice, più facile, più immediato, porta risultati tangibili e lo sa fare anche il “cugino”. La creazione di Pagine e Profili Facebook aziendali, account Instagram, Twitter e tutto quello che ruota attorno al Social è diventato ormai un “must” per qualsiasi Attività e, qualora tu non abbia un profilo o pagina Facebook, provochi all’utente un po’ di timore in quanto pensa immediatamente che tu voglia nascondere qualcosa. Questo modo di pensare ha portato molti imprenditori a creare pagine Facebook o profili Aziendali che possano intercettare l’utenza per poter vendere o elargire prodotti e servizi. Successivamente si è creato il problema della gestione poiché, dopo un primo periodo di “esaltazione” (si pubblicava la qualsiasi cosa nel giro di pochi giorni dalla creazione), la pagina iniziava a non avere più contenuti e via via abbandonata se non ripresa quando si doveva comunicare l’evento, lo sconto, la promozione o chissà cosa.

Ecco così che ci sono pagine Facebook con post risalenti a mesi scorsi o altre con dentro immagini o video che non sono inerenti all’attività connessa. Insomma, Cattiva Comunicazione Sociale. Anche in questo caso non si può pensare che i Social Network siano degli strumenti dozzinali e che chiunque possa utilizzarli, bisogna studiarli, capire bene come funzionano e come questi possano portarti il giusto ritorno sia in termini economici che di visibilità. I Social Network hanno anche coniato un nuovo mestiere, il Social Media Manager, quella figura che gestisce con competenza la comunicazione Social sfruttando appieno ogni strumento web messo a disposizione. Quindi, SI ai Social Network ma con competenza, bisogna comunicare periodicamente in modo “sociale” e meno “istituzionale” ma sempre con lo stile che caratterizza l’Azienda che sfrutta questi canali. Ovviamente dico NO agli improvvisati del settore che pensano di essere grandi Comunicatori essendo bravi con photoshop o con le App dello smartphone. Assolutamente bisogna conoscere anche questi software e bisogna essere creativi ma, pianificare campagne di comunicazione Social è un altro mestiere.

Conclusioni.

Come ho scritto sopra, i passi per affacciarsi al Web sono per lo più indipendenti ma l’uno non può esistere, per troppo tempo, senza l’altro. Quindi avviciniamoci alla rete con cognizione di causa e i giusti investimenti, non pensiamo mai che sia qualcosa di scontato e gratuito e che chiunque possa farlo. Come in ogni mestiere bisogna studiare, applicarsi e provare sul campo le varie tecniche che permetteranno di avere successo e questo solo chi lo fa di professione può ottenere dei giusti risultati. State alla larga da chi vi promette click e visualizzazioni perché questi dati dipendono da troppi fattori che non sono influenzabili da chi “promette“. Quando incontrate un professionista che non parla di “numeri, tenetevelo stretto perché significa che ha l’umiltà di lavorare per Voi e per il Vostro successo!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi